Eccezione di inadempimento nel contratto

23/12/2014
Novit
sei in HomePage / Tematiche legali / Contratti
Novit

L'eccezione di inadempimento è la facoltà concessa a ciascuno dei contraenti di rifiutarsi di adempiere l'obbligazione, se l’altro non adempie o non offre di adempiere contemporaneamente la propria, salvo che termini diversi per l’adempimento siano stati stabiliti dalle parti o risultino dalla natura del contratto (art. 1460 c.c.).
È definita solve et repete (art. 1462 c.c.) la clausola con cui si stabilisce che una delle parti non può opporre eccezioni al fine di evitare o ritardare la prestazione dovuta (ponendo quindi un limite all'eccezione d'inadempimento).
La clausola solve et repete non ha effetto per le eccezioni di nullità, di annullabilità e di rescissione del contratto.










Tematiche Legali Informazioni Legali Quesiti e Risposte Tutela lavoratori e pensionati


spunti per approfondimento:
eccezione di inadempimento e buona fede, preavviso di trasferimento, articolo 1453, eccezione di inadempimento 1460, eccezione di inadempimento appalto, eccezione di inadempimento prescrizione, eccezione di inadempimento e risoluzione








disclaimer

Tags: eccezione di inadempimento, facoltà di rifiutarsi di adempiere l'obbligazione, art. 1460 c.c., art. 1462 c.c., limite all'eccezione d'inadempimento, clausola solve et repete non ha effetto per le eccezioni di nullità, clausola solve et repete non ha effetto per le eccezioni di annullabilità, clausola solve et repete non ha effetto per le eccezioni di rescissione del contratto