Servizio di accertamento delle anomalie bancarie e perizia econometrica

27/06/2017
Novità
sei in HomePage / Scopri se sapevi che / Soldi e banche
Novit

Se sospetti che stai pagando più interessi di quelli dovuti in ragione di un mutuo o un finanziamento erogato dalla banca stai leggendo l'approfondimento giusto.

Oggi più di ieri sia privati che aziende possono avvalersi di professionisti che offrono il servizio di accertamento delle anomalie bancarie.

Il servizio accertamento sussistenza di anatocismo bancario o anomalie bancarie solitamente è offerto, nella forma tradizionale, da esperti commercialisti e revisori contabili, consulenti specializzati in anatocismo bancario o avvocati.

In pratica il servizio de quo si traduce in una consulenza finalizzata a razionalizzare e ridurre i costi relativi ai rapporti bancari e recuperare le somme illegittimamente incassate dagli istituti di credito con l'applicazione dell'anatocismo e dell'usura sui conti correnti, mutui, finanziamenti, leasing e contratti derivati.

Con l'avvalersi di tali servizi, qualsiasi cittadino o azienda titolare di conto corrente o beneficiario di una qualsiasi forma di finanziamento potrà sperare di ottimizzazione i rapporti con le banche stesse e risolvere il problema di una scarsa liquidità causata appunto da anatocismo o anomalie bancarie di questo genere.

Oggi, molti esperti del settore integrano i metodi tradizionali di verifica con l'ausilio di sofisticati software, ideati da ingegneri informatici ed utilissimi per individuare le anomalie bancarie di cui sopra ai danni di privati e aziende vittime di illegittimi addebiti di tassi d'interesse connessi alla stipulato con gli istituti di credito riguardo contratti di mutui, leasing o finanziamenti.

Il divieto di Anatocismo alle banche è dettato dall'articolo 1283 del codice civile.

In merito, cito l'art.120 del Testo Unico Bancario che è stato modificato dell'art.1, comma 629, legge 27 dicembre 2013, n.147, ovvero legge n.147/2013 comma 629, che ha vietato la capitalizzazione degli interessi al fine di produrre ulteriori interessi precisando che gli interessi stessi devono essere sempre calcolati solo sulla quota capitale.

Ad esempio sapevate che nel contratto di finanziamento stipulato tra la banca ed un privato è obbligatorio indicare il taeg tale regola vige fin dal lontano 1992, -ovvero ancor prima della delibera CICR 9/2/2000, art.6-.

In caso di assenza della suddetta indicazione si viola quanto stabilito dall'art.117 del Testo Unico Bancario, comma 4, incorrendo nella sanzione di cui al comma 7 ovvero si applicheranno in ogni caso:

- il tasso nominale minimo e quello massimo, rispettivamente per le operazioni attive e per quelle passive, dei buoni ordinari del tesoro annuali o di altri titoli similari eventualmente indicati dal Ministro dell'economia e delle finanze, emessi nei dodici mesi precedenti la conclusione del contratto o, se più favorevoli per il cliente, emessi nei dodici mesi precedenti lo svolgimento dell'operazione;

- gli altri prezzi e condizioni pubblicizzati per le corrispondenti categorie di operazioni e servizi al momento della conclusione del contratto o, se più favorevoli per il cliente, al momento in cui l'operazione è effettuata o il servizio viene reso; in mancanza di pubblicità nulla è dovuto.

Attenzione perché in qualsiasi contratto è sempre nulla la clausola di rinvio agli usi per la determinazione dei tassi di interesse e di ogni altro prezzo e condizione praticati nonché quelle che prevedono tassi, prezzi e condizioni più sfavorevoli per i clienti di quelli pubblicizzati.

Tutte devono sapere che il T.A.E.G.ovvero taeg -Tasso Annuo Effettivo Globale- si pone l'obiettivo di rappresentare nel modo completo ed esatto il costo di un determinato finanziamento, consentendo al richiedente di effettuare una comparazione per individuare quello più conveniente.

Molto spesso si vede in pubblicità il tasso TAN -Tasso Annuo nominale -

Giova evidenziare che se il conto ha presentato saldi passivi è possibile sperare di poter ottenere un rimborso degli interessi indebitamente pagati se dalla verifica della documentazione in vostro possesso emerge l'applicazione del tasso d'interesse sull'interesse stesso.

Tra l'altro, potrebbe accadere per esempio che: - avete pagato interessi anatocistici a far data dal 1952;
- il rapporto di conto corrente è ancora in essere ed è stato acceso prima del 2000,
- il conto è stato chiuso da meno di 10 anni.

Ovviamente

In tema di controversie di natura bancaria, è importante sapere che per presentare ricorso giudiziario al giudice ordinario rappresenta una condizione di procedibilità l'aver tentato la Mediazione civile.

Agli interessati dell'argomento può piacere il fatto che è in corso un ulteriore approfondimento riguardante il trait d'union tra Anatocismo Bancario e interessi di mora o Anatocismo Bancario e prescrizione.

La finalità è quella di riassumere i tre tipi di interessi anatocistici: legali, convenzionali e usuali, nonché una rassegna delle principali anomalie bancarie che possono integrare le seguenti fattispecie di condotte delittuose:
- usura oggettiva,
- usura soggettiva,
- usura originaria,
- usura sopravvenuta o truffa contrattuale.

In ogni caso, chiunque vuole documentare la fondatezza di essere vittima di banche, Finanziarie o Equitalia in tema di Anatocismo e Usura o per aver pagato interessi in misura superiori rispetto a quelli dovuti, potrà trasformare i sospetti in prove mediante la cosiddetta perizia econometrica.

Inutile dire che bisogna fare attenzione a chi vi affidate sia per redigere la perizia econometrica o perizia anatocismo -soprattutto se vi chiedono la controfirmarla-, sia che l'Avvocato scelto abbia maturato esperienze nel campo del diritto bancario e non abbia intrecci di interessi con gli Istituti di credito, o fidi o mutui con la stessa banca.





Tematiche Legali Informazioni Legali Quesiti e Risposte Tutela lavoratori e pensionati





disclaimer



Novità