Separazione e divorzio

27/04/2017
Novità
sei in HomePage / Quesiti e risposte / Separazione e divorzio
Novit
Separazione e divorzio
Addebito della separazione
Separazione consensuale
Allontanamento dalla casa famigliare
Abbandono del tetto coniugale
Condizioni per richiedere assistenza legale gratuita
Espatrio della figlia minorenne di genitori separati
Pretese del coniuge in caso di separazione
Ricorso a provvedimenti non definitivi del giudice
Stipula accordi tra coniugi in fase di separazione consensuale
Termini di legge per ottenere il divorzio
Trascrizione del divorzio per contrarre nuove nozze
Violazione dei diritti del coniuge
Tempi per risposarsi dopo divorzio
Abbandono tetto coniugale e addebito della separazione
Richiesta di risarcimento da parte del coniuge che subisce il tradimento
Sentenza di revoca della casa del coniuge proprietario
Cessazione dell´obbligo di mantenimento dei figli

Separazione e divorzio è l'area della rubrica quesiti e risposte che illustra i risultati degli approfondimenti svolti per rispondere ad interrogativi diffusi ma anche per affrontare questioni ed opinioni suggerite da simpatizzanti di questo progetto.

In ogni caso la principale finalità è quella di offrire gratuitamente un contributo utile ad acquisire ulteriori conoscenze in merito alle svariate problematiche ed aspetti giuridici che gravitano intorno al delicato tema della separazione e del divorzio in Italia.

Una particolare attenzione sarà rivolta alla risoluzione dei seguenti interrogativi:

E' possibile in Italia una separazione consensuale senza avvocato?

Cosa serve per fare una separazione consensuale?

E' obbligatorio rivolgersi ad un avvocato per ottenere la separazione legale?

In caso di separazione dei coniugi cosa succede se vi sono figli?

Questa rubrica, beneficiando dei vostri contributi in termini di esperienza, vuole offrire approfondimenti che potrebbero alleviare il disagio di chi vive l'esperienza della separazione o di una difficile relazione coniugale o anche di coppia.

Non mancheranno risposte ai quesiti o domande ed approfondimenti giuridici in merito alle seguenti macro-tematiche: avvocati divorzisti, avvocato matrimonialisti, affido condiviso, avvocato rotale e annullamento presso la sacra rota, assegno di mantenimento, assegno di divorzio, divorzio congiunto, separazione di una coppia di fatto, divisione del patrimonio famigliare, diritti dei figli di genitori separati o divorziati.

A parere dello staff, la multidisciplinarietà con cui vengono esposti gli approfondimenti proposti, rappresentano una componente essenziale per semplificare l'acquisizione di informazioni utili al visitatore per prevenire ed offrire soluzioni in caso di conflitti di relazione.

Infine, la collaborazione di alcuni nostri amici e operatori del diritto, sarà risolutiva per individuare le problematiche di maggiore attualità ed interesse, nonché l'individuazione di buone regole per favorire il ripristino di un nuovo equilibrio tra i membri della famiglia o anche della coppia.

La rubrica nasce dal fatto che oggi più che mai sotto l'unica definizione di famiglia con un solo genitore esistono realtà familiari molto eterogenee, perché sono molteplici le cause che le hanno provocate: sempre meno la vedovanza, sempre più la separazione legale o di fatto.

Questa rubrica vuole illustrare i diritti sanciti dalla legge a favore dei coniugi che stanno per affrontare una separazione o che già vivono questo status ma anche chi vuole ottenere il divorzio.

Verranno dedicate intere pagine per esporre i risultati degli approfondimenti giuridici concernenti le svariate problematiche conseguenti ad una separazione consensuale o ad una separazione giudiziale, ma anche al divorzio.

Sapevate che oggi esiste la procedura della separazione breve per poter divorziare?

Nella rubrica si affronteranno le molteplici sfaccettature in dettaglio riguardanti l'Istituto del divorzio breve introdotto con la legge n.55 del 06.05.2015, legge n 55/2015 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.107 in data 11.05.2015-.

La suddetta legge interviene sulla disciplina della separazione e del divorzio, riducendo i tempi per la domanda di divorzio appunto, fino a questo momento fissati dal legislatore in tre anni dalla avvenuta separazione giudiziale o consensuale tra i coniugi.

Per sintetizzare, in caso di separazioni giudiziali si può divorziare solo dopo un periodo di separazione ininterrotta dei coniugi di dodici mesi che decorrono dal giorno di comparsa dei coniugi di fronte al presidente del tribunale nella procedura di separazione personale.

Invece in caso di separazioni consensuale si può divorziare solo dopo un periodo di separazione ininterrotta dei coniugi di sei mesi che decorrono dalla data certificata nell'accordo di separazione raggiunto a seguito di convenzione di negoziazione assistita da avvocati ovvero dalla data dell'atto contenente l'accordo di separazione concluso innanzi all'ufficiale dello stato civile.

Si farà più chiarezza, illustrando le principali distinzioni che si possono effettuare all'interno dell'istituto della separazione dei coniugi o meglio quella che contrappone la separazione legale, a sua volta di due tipi giudiziale e consensuale, a quella di fatto.

Con il metodo espositivo del quesito e della risposta si parlerà diffusamente dello scioglimento del matrimonio o in caso di matrimonio concordatario di cessazione degli effetti civili del matrimonio, al fine di aderire all'ideale di interscambio culturale sostenuto dai componenti dello staff di questo portale.





Tematiche Legali Informazioni Legali Quesiti e Risposte Tutela lavoratori e pensionati





disclaimer



Novità