Opposizione a contravvenzioni

22/08/2017
Novità
sei in HomePage / Informazioni legali / Opposizione a contravvenzioni
Novit
2013 multe più salate
Ricorsi dal Giudice di pace e contributo unificato
Prescrizioni per presentare il ricorso al giudice di pace
Termini per contestare una multa
Riduzione dei riti del processo civile

Opposizioni a contraddizioni vuole essere un’area dedicata a tutti gli automobilisti che si trovano a dover ricorrere avverso una contravvenzione al codice della strada.

Illustreremo moltissime dissertatori alla luce decreto legislativo n. 150 del 01.09.2011, soprattutto in relazione alle previsioni di tempi dimezzati per presentare ricorso avverso una contraddizione per infrazioni al codice della strada (cosiddetta “multa”) e alle violazioni amministrative di natura previdenziale, ambientale, valutario .

Il decreto legislativo 150/2011 stabilisce che in tali ambiti giuridici bisogna seguire la procedura del processo del lavoro, dove oralità e lettura del dispositivo in udienza sono fra gli elementi di tipici.

In pratica, cadranno sotto il modello processuale del rito del lavoro tutte le opposizioni a ordinanza ingiunzione.

Il d.lgs in argomento stabilisce che l’opposizione va proposta di fronte al giudice del luogo in cui è stata commessa la violazione nel termine di trenta giorni dalla notificazione del provvedimento se il ricorrente risiede in Italia, mentre sale a sessanta giorni se i trasgressore risiede all’estero.

Opposizione alle contravvenzioni al codice della strada serve anche ad informare i simpatizzanti del progetto in merito a possibili motivazioni e strategie da utilizzare per redigere il relativo ricorso per ipotizzate infrazioni al codice della strada .

La rubrica mira ad essere una guida operativa in tema di opposizione alle contravvenzioni al Codice stradale che di volta in volta insegue con mirati studi e ricerche giuridiche la continua evoluzione della normativa di riferimento.

Verranno esaminate le modalità e i termini per la contestazione e la notifica delle violazioni stradali da parte degli organi accertatori e i criteri di individuazione dei legittimati passivi al pagamento dell'infrazione.

Ampio spazio viene dedicato alla tutela amministrativa con particolare riguardi all’autotutela, forme di tutela amministrativa, tipologie di opposizioni, atti impugnabili, struttura e condizioni di legittimità del ricorso amministrativo, ricorso al Prefetto, motivi di inammissibilità, pagamento della sanzione.

Sarà oggetto di molteplici dissertazioni la tutela giurisdizionale con l’effettuazione di ricerche condotte a titolo personale in tema di modalità e termini di opposizione innanzi al Giudice di Pace, legittimazione attiva e passiva, ordinanza di ingiunzione, istruttoria, sentenza, spese di giudizio, rigetto dell'opposizione.

Compatibilmente con le esigenze di ricerca stabilite ad insindacabile giudizio dello staff di esperti e collaboratori al progetto, verranno predisposti sintetici format di ricorso al Prefetto e al Giudice di Pace che, per analogia, potrebbero rivelarsi utili per apprendere informazioni giuridiche generali a casistica reale.






Tematiche Legali Informazioni Legali Quesiti e Risposte Tutela lavoratori e pensionati


spunti per approfondimento:
ricorso in opposizione a verbale di contravvenzione, multe, quando non pagare, opposizione alle contravvenzioni al codice stradale, opposizione a multe e contravvenzioni, sanzioni codice della strada autotutela, ricorso ex art 205 codice strada, infrazioni ricorsi prefettizi, multa per divieto di sosta e punti patente, codice della strada aggiornato, sanzioni amministrative codice della strada





disclaimer



Novità


Tags: ricorso a multa, dl n 150 del 01.09.2011, dl 150/2011, d.lgs. 1/9/2011, n. 150, infrazioni al codice della strada sanzioni, infrazioni al codice della strada notifica, multe codice della strada