Distanza dai confini

21/10/2014
Novità
sei in HomePage / Guide strategiche inedite / Casa certificazione pertinenza normativa D-F
Novità

Distanza minima - anche nulla – che l'edificio o il manufatto devono osservare dal confine a norma degli strumenti urbanistico - edilizi vigenti.
 
Salvo il rispetto dei valori minimi inderogabili fissati da C. C. le distanze dai confini e le modalità di misura relative sono fissate dagli strumenti urbanistico - edilizi comunali, i quali devono tuttavia attenersi alle norme vigenti (vedi D. I. 2. 4. 1968, n. 1444)

Poiché le distanze dai confini (e perciò degli edifici che sorgono o sorgeranno sui lotti finitimi) rispondono ad esigenze di ordine igienico (soleggiamento, ventilazione etc.) o psicologico (privacy) normalmente (salvo diversa prescrizione degli strumenti urbanistico - edilizi vigenti) le distanze si misurano dal punto dell'edificio che risulta più vicino al confine in questione, considerando quindi i balconi chiusi (bow-windows) ed aperti, le logge, le pensiline etc.

Sono, di solito, fatti salvi (cioè non considerati) i cornicioni e le gronde di sporgenza normale (60 - 70 cm.) purché ciò sia ammesso dagli strumenti citati







Tematiche Legali Informazioni Legali Quesiti e Risposte Tutela lavoratori e pensionati








disclaimer