Garanzia per acquisto auto usate

14/12/2017
Novità
sei in HomePage / Guide strategiche inedite / Auto usate
Novit

Come prima cosa tutti devono sapere che se si è acquistata un'autovettura usata da una concessionaria o un rivenditore professionale si ha diritto ad una garanzia di almeno un anno.

Inizialmente il Decreto Legislativo n.24 in data 2/2/2002 ha dato attuazione della direttiva 1999/44/CE; tale normativa, oltre a prevedere importanti aspetti della vendita e delle garanzie di consumo, ha prodotto l'introduzione nel codice civile degli artt.dal 1519 bis al 1519 nonies, nella sezione relativa alla vendita di beni mobili.

Successivamente il D.Lgs.206 del 6/9/2005 -decreto legislativo n.206 del 6/9/2005- noto come Codice del Consumo, a norma dell'art.7 della legge n.229 del 29/07/2003 ha disciplinato nuovamente in tema di beneficio della garanzia a favore dell'acquirente che acquista un'auto usata.

Il suddetto decreto legislativo è stato soggetto a periodici aggiornamenti, in ultimo, dal decreto legge 1/2012 convertito con la legge n.27 in data 24.03.2012 -G.U.serie generale n.71 in data 24.03.2012 - supplemento ordinario n.53.

Attenzione perché il suddetto quadro normativo si applica esclusivamente per l'acquisto di veicoli presso un venditore professionista ovvero concessionarie o autosaloni plurimarche.

In ogni caso sono sempre spendibili le tutele dell'acquirente previste dagli articoli che vanno dal 1490 al 1495 del codice civile in merito alla garanzia che copre contro vizi della cosa venduta non evidenziati all'atto della vendita e questo vale indipendentemente se si acquista l'autovettura da un privato, autosalone o concessionario auto.

Generalmente nella compravendita di auto usate tra privati viene utilizzata la formula contrattuale con la dicitura -visto e piaciuto- noto appunto come -contratto vendita auto tra privati visto e piaciuto-.

La succitata dicitura generalmente presente nei contratti di compravendita auto tra privati si articola nei seguenti punti essenziali:

- generalità del venditore che vende il veicolo

- generalità dell'acquirente che accetta il veicolo

- identificazione del veicolo indicando marca, modello, targa, telaio

- importo della transazione ovvero il prezzo dell'autovettura pagato in euro

Il venditore dichiara che il veicolo è libero da vincoli e gravami di ogni sorta e non gli è stata notificata l'iscrizione di Fermo Amministrativo di cui all'art.4 del D.M.numero 503 del 07/09/1998.

Il veicolo viene accettato dall'acquirente nello stato di fatto e nelle condizioni in cui si trova al momento della stipula del contratto -trattasi di veicolo visto e piaciuto-.

La dicitura Visto e piaciuto, in formula unilaterale sembrerebbe vessatoria se il difetto è non rilevabile di fatto all'atto del ritiro dell'autoveicolo stesso.

Ad esempio trattasi di un vizio occulto non dichiarato dal venditore se un veicolo ogni 50 chilometri percorsi necessita del rimbocco di acqua nel radiatore del motore.

Ritornando all'acquisto da concessionarie o autosalone, si evidenzia che la garanzia, come previsto dalla succitata normativa, si applica per un periodo minimo di 24 mesi, se trattasi di veicolo nuovo, decorrenti dalla data di consegna del veicolo stesso.

Anche per i veicoli usati si prevede lo stesso periodo di copertura in garanzia pur tuttavia, con accordo tra veditore e acquirente, la stessa può essere ridotta a 12 mesi.

In tema di garanzia il venditore rappresenta l'unico referente proprio in materia di garanzia.

Da notare che in questo senso il Codice del Consumo consente a quest'ultimo, il venditore dell'automobile, di rilasciare una garanzia convenzionale propria, che solleva il venditore stesso dalla responsabilità di gestire i reclami concernenti il veicolo, rimanendo tuttavia il riferimento del Consumatore per gli aspetti contrattuali, ivi compresi gli utilizzi per i quali il veicolo è adeguato.

In giurisprudenza, nelle sentenze studiate, hanno consentito di dedurre che, salvo casi molto specifici, rivolgersi al Call Center della Casa Automobilistica serve solo a perdere tempo: la legge identifica il Venditore come unico referente in materia di Garanzia, e sta a voi evitare il ping pong delle responsabilità tra Concessionario, Officina e Casa automobilistica.

Questo approfondimento ha presupposto l'analisi del beneficio della garanzia a favore dell'acquirente di un'autovettura tenendo conto delle varianti sussistenti a seconda se quest'ultimo abbia effettuato l'acquisto presso un concessionario della stessa casa produttrice -dotata di propria officina per la manutenzione e il ricondizionamento del veicolo usato-, autosaloni dell'usato plurimarca o direttamente da privati.

Aimè è d'obbligo evidenziare che in caso di acquisto dell'auto da un privato non esiste una garanzia articolata e completa a vantaggio dell'acquirente.

Alla fine di questo articolo rispondiamo sinteticamente alle vostre domande più comuni:

- circa la garanzia obbligatoria sulle auto usate, esiste soltanto nel caso di acquisto presso Concessionario, Officina o Casa automobilistica

- la garanzia sulle auto usate cosa comprende ovvero la garanzia su auto usate cosa copre rispondiamo che il venditore professionale ne risponde in prima persona nel difetto riscontrato dal compratore.

Nel corpo di questo articolo troverete del resto tutta la normativa di riferimento.

Tuttavia si ribadisce che per qualsiasi difformità grave del veicolo, esempio la manomissione del contachilometri oppure l'auto incidentata o la mancanza di qualità essenziale, conosciuta dal rivenditore e da questa taciutavi all'atto della vendita, vi dà diritto quanto meno alla sostituzione dell'auto ed eventualmente anche all'annullamento del contratto!





Tematiche Legali Informazioni Legali Quesiti e Risposte Tutela lavoratori e pensionati





disclaimer



Novità